Istanze disponibili all’interno dello sportello

Pagamento di diritti, oneri ed imposta di bollo

Elenco degli allegati e moduli compilabili

Elenco degli interventi disponibili nello sportello

Distributori di carburante stradali e autostradali

Descrizione dell'attività
Cos'è: 

Distributori di carburanti pubbliciUn impianto di distribuzione carburante stradale o autostradale è un complesso commerciale unitario. È costituito da:

  • una o più colonnine di erogazione di carburante per autotrazione
  • i relativi serbatoi
  • i servizi e le attività economiche accessorie e integrative.
Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Per svolgere l'attività di distruibutore di carburante pubblico è necessario ottenere l’apposita autorizzazione rilasciata dal SUAP come previsto dall'articolo 85 della Legge Regionale 02/02/2010, n. 6 e dalla Deliberazione della Giunta Regionale 09/06/2017, n. 10/6698

Per svolgere l'attività di distruibutore di carburante lungo le autostrade e i raccordi autostradali è necessario ottenere l’apposita concessione rilasciata dal SUAP come previsto dall'articolo 85 della Legge Regionale 02/02/2010, n. 6 e dalla Deliberazione della Giunta Regionale 09/06/2017, n. 10/6698. La concessione ha validità di 18 anni ed è soggetta a rinnovo.

L'attività può essere esercitata dopo il rilascio dell'autorizzazione e dopo l'esito positivo del collaudo.

Sono soggette ad autorizzazione/concessione anche (articolo 88 della Legge Regionale 02/02/2010, n. 6):

  • l'aggiunta di nuovi prodotti petroliferi o idrocarburi diversi da quelli già autorizzati
  • la ristrutturazione totale dell'impianto
  • la trasformazione di impianti da servito in impianti non assistiti
  • la sostituzione di colonnine a semplice o doppia erogazione con altre a doppia o multipla erogazione e viceversa, per prodotti già autorizzati (solo per impianti autostradali)
  • l'aumento o diminuzione del numero di colonnine, per prodotti già autorizzati (solo per impianti autostradali).

Apertura, trasferimento o ampliamento dell'attività

Documentazione da presentare per l'inizio dell'attività, o per la modifica di sede, locali, ciclo produttivo, aspetti merceologici, ecc.

Note: 


Variazione dell'attività

Documentazione da presentare per il subingresso, la sospensione, la ripresa, il cambiamento della ragione sociale dell'attività.

Note: 


Cessazione dell'attività

Documentazione da presentare per la cessazione dell'attività.

Note: 

La rimozione di un impianto deve essere preventivamente autorizzata dal SUAP. Congiuntamente o preliminarmente è necessario presentare anche la relativa istanza edilizia per i lavori di demolizione o rimozione.

Informazioni sull'istanza
Dove si presenta: 
Allo sportello telematico
Iter del procedimento: 

La procedura prevista per il rilascio dell'autorizzazione/concessione allo svolgimento dell'attività e alla modifica dell'impianto è definita in dettaglio dalla Legge Regionale 02/02/2010, n. 6 e dalla Deliberazione della Giunta Regionale 09/06/2017, n. 10/6698.

Comune di Pizzale